RISCATTO LAUREA

Il riscatto può essere richiesto da tutti i lavoratori iscritti alle gestioni Inps che abbiano conseguito il titolo di studio e non abbiano versato contributi durante gli studi universitari. Nel caso in cui durante gli anni di studio siano stati versati dei contributi, si può riscattare solo i periodi non coperti da contribuzione.

Il riscatto della laurea può essere chiesto anche da chi è già in pensione e da chi è disoccupato. Se il riscatto viene fatto per anticipare la pensione di vecchiaia è necessario farlo prima dell’età pensionabile per conteggiare gli anni riscattati.

È possibile riscattare solo gli anni della durata legale del corso di studi, non gli anni fuori corso, tutti i titoli di laurea (vecchio ordinamento, laurea triennale, laurea magistrale, diplomi di specializzazione post-laurea, Accademia delle Arti e Conservatorio, dottorati di ricerca) Sono esclusi i master. È possibile richiedere anche il riscatto solo parziale ( per esempio 2 anni su 4).

L’operazione è piuttosto costosa ed è consigliabile fare una valutazione economica prima di procedere. Il pagamento è deducibile fiscalmente.

Il pagamento può avvenire in un’unica soluzione oppure fino a 120 rate, senza interessi.

OGGETTO

ALLEGA SOLO FILE PDF

PRENDI VISIONE DELLA PRIVACY POLICY A QUESTO LINK

ho letto