RATE MATURATE E NON RISCOSSE

Con il termine ratei maturati e non riscossi si definiscono tutte le competenze di pensione maturate e non percepite a titolo di pensione dal dante causa all’atto del decesso.

Qualora vi siano più eredi, ognuno di essi può formulare autonoma richiesta di liquidazione delle rate di pensione maturate e non riscosse, oppure delegare uno degli eredi a riscuotere anche la propria quota. Ha diritto ai ratei prima di tutto il coniuge superstite che otterrà la somma da solo o in comunione con i figli minori. Se manca il coniuge superstite, ha diritto al rateo il tutore dei minori e, ovviamente, i figli maggiorenni. In mancanza di questi si passa agli eredi legittimi, cioè agli ascendenti e, se mancano anch’essi, agli eredi indicati nel testamento.

OGGETTO

ALLEGA SOLO FILE PDF

PRENDI VISIONE DELLA PRIVACY POLICY A QUESTO LINK

ho letto