ASSEGNI NUCLEO FAMILIARE: AUTORIZZAZIONI

Quando è necessaria l’autorizzazione

Più dettagliatamente l’autorizzazione va necessariamente richiesta all’INPS nei seguenti casi:

• figli ed equiparati di coniugi legalmente separati o divorziati, o in stato di abbandono;

• figli naturali propri o del coniuge, riconosciuti da entrambi i genitori;

• figli del coniuge nati da precedente matrimonio;

• fratelli sorelle e nipoti orfani di entrambi i genitori e non aventi diritto a pensione di reversibilità;

• nipoti in linea retta a carico dell’ascendente (nonno/a);

• familiari minorenni incapaci di compiere gli atti propri della loro età (se non sono non sono in possesso di documenti attestanti il diritto all’indennità di accompagnamento ex lege n. 18 del 1980 o ex artt. 2 e 17 ex lege n. 118 del 1871 o di frequenza ex lege n. 289 del 1990);

• familiari maggiorenni inabili (se non sono in possesso di documenti attestanti l’inabilità al 100%);

• minori in accasamento eterofamiliare;

• familiari di cittadino italiano, comunitario, straniero di stato convenzionato, che siano residenti all’estero;

• figli ed equiparati, studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni compiuti ed inferiore ai 21 anni compiuti, purché facenti parte di “nuclei numerosi”, cioè nuclei familiari con almeno 4 figli tutti di età inferiore ai 26 anni.

DOCUMENTI:

Documenti da allegare

Le dichiarazioni di responsabilità, indicate tra i documenti da allegare, sono dichiarazioni sostitutive (di certificazioni o di atti di notorietà) che devono essere firmate davanti a un pubblico ufficiale o accompagnate dalla copia di un documento di riconoscimento, come le dichiarazioni incluse nel modulo.

Per i figli ed equiparati di coniugi legalmente separati o divorziati

• la dichiarazione di responsabilità del richiedente o le relative sentenze

Per i casi di abbandono da parte del coniuge del richiedente

• la documentazione dell’Autorità giudiziaria o di altra Pubblica Autorità

Per i figli del coniuge nati da precedente matrimonio e per i figli naturali (propri o del proprio coniuge) riconosciuti dall’altro genitore

• la dichiarazione di responsabilità del richiedente o la documentazione che attesta i dati anagrafici e la situazione dell’ex coniuge o dell’altro genitore

Per i nipoti minori a carico del/della nonno/a richiedente

• la dichiarazione di responsabilità del richiedente che attesta la discendenza del/i nipote/i in linea retta e il mantenimento abituale del/i minore/i

• la dichiarazione di responsabilità del/i genitore/i con la quale attestano di non poter provvedere al mantenimento del/i figlio/i perché non svolgono attività lavorativa e non posseggono redditi di alcuna natura

• la dichiarazione di responsabilità degli eventuali altri ascendenti dalla quale risulti che non hanno chiesto per il passato e si impegnano a non richiedere per il futuro analogo trattamento di famiglia per gli stessi minori

Per i familiari maggiorenni inabili con assoluta e permanente impossibilità a svolgere proficuo lavoro

• la documentazione sanitaria che attesta l’inabilità oppure il modulo SS 3/AF compilato dal medico di famiglia

OGGETTO

ALLEGA SOLO FILE PDF

PRENDI VISIONE DELLA PRIVACY POLICY A QUESTO LINK

ho letto